domenica 15 gennaio 2012

Chi ha paura dello Spermiogramma?

Il Filosofo ha accettato il consiglio della mia dottoressa: fare uno spermiogramma.
Il primo step era chiamare il suo medico di base e farselo prescrivere.
Dopo qualche settimana di dimenticanze, ho chiamato io.
Il dottore però mi dice che dovrà spiegare al Filosofo alcune cose su come farlo.
Riferisco. Passa qualche giorno. Passa qualche altro giorno.
Chiedo come mai il documento non è stato ancora ritirato, visto che doveva farlo lui...
Dopo lunghe fatiche, riesco a farmi confermare quello che sospettavo.
L'idea di fare questo esame lo spaventa.
Lui si dice convinto che tutto vada bene, "Ma se l'esame dicesse che ho un problema? Non la prenderei bene, ne sono certo".
Un po' lo capisco, c'è da dire però che io mi sto sottoponendo a punzecchiature, visite a gambe all'aria, esami e quant'altro.
E quindi mi innervosisco quando lui si tira indietro da questa cosa, anche se lo so, che per un uomo è una questione più complicata: nella nostra società è "norma" che la donna vada dal ginecologo, mentre non lo è per niente che un uomo si rivolga ad un andrologo o che comunque faccia qualche controllo ogni tanto alla sua zona genitale.
Boh...vedremo in quanti altri giorni la prescrizione sarà a casa nostra.

1 commento:

  1. Hihihihi ^^ questi ometti che hanno paura di un semplice esame però hai perfettamente ragione che a livello sociale è normale che una donna si sottoponga a visite su visite, anche nelle sue zone intime, mentre per un uomo la cosa è vista come "anormale". Vai a fare uno spermiogramma? eh allora non funzioni proprio bene! poveri ometti questo è quello che i più si sentono dire dagli amici, noi donne se andiamo dal ginecologo a fare degli accertamenti abbiamo la cerchia delle amiche più fidate che ci fanno il tifo ^^ speriamo la prescrizione arrivi presto =)

    RispondiElimina