domenica 20 maggio 2012

Sonoisterosalpingografia. Che cos'è. Tube chiuse, tube aperte...toto-tuba?

Studio medico. Interno giorno.
La ginecologa solleva gli occhi dai risultati degli esami: "Vanno bene. Magari non perfetti, ma vanno bene. A questo punto...si può pensare a una infertilità per cause...sconosciute".
Io lo guardo con fissità bovina.
Non che non mi aspettassi qualcosa di simile, ma sentirselo dire, così ex abrupto, mi ha colpita più di quanto credessi.
"Ma," aggiunge lei, "facciamo prima un altro esame".
E qui entra in scena lei: la sonoisterosalpingografia.
La dottoressa propende per questa, rispetto a quella senza "sono", perchè la isterosalpingografia prevede il liquido di contrasto, e pare sia anche più dolorosa.
Io, sinceramente, a solo sentire il nome mi sono un po' spaventata.
Anche perchè riuscivo a capirlo solo in parte. In particolare, cosa diamine significa "salpingo"?
Grazie al pronto aiuto di internet, scopro che salpingo è un termine medico (eh già) per indicare le tube.
Non che ci volesse la scala, per capirlo, in effetti: trattasi di esame per capire se le tube sono aperte o chiuse...e quindi, genio io a non pensare che salpingo c'entrasse qualcosa, con le mie (e altrui) tube.
Chiuse o aperte. Che se sono aperte...meglio, dice la gine.
Se sono chiuse, o otturate, o ottuse, o chissà cosa...allora hanno una bella voglia, gli spermatozoi, di correre, e gli ovuli, di maturare. Non passa nessuno, se sono chiuse.
La gine mi "rassicura": quasi mai le tube sono entrambe chiuse. ma poi mi disillude: "Pure se sono aperte..tu non resti incinta..quindi qualcosa non funziona."
Oh, bene.
Prima di tutto scopro che la mia ASL NON fa la sonoisterosalpingografia. Quindi devo farla in un ambulatorio privato. Il costo per l'esame è di 200 euro. Dettaglio non trascurabile, nel mio momento finanziario. Ma va bene, sperando che siano 200 euro ben spesi.
Ma che esame è?

Un esame delle tube, e fin qui tutto bene.
Come viene fatto?
Si tratta di un'ecografia, in cui controllano se le tube sono aperte.
Per farlo posizionano un catetere intracervicale, e iniettano una soluzione salina (ecco, almeno niente liquido di contrasto qui!!!).
Nel frattempo, mentre il liquido fa il suo giro, fanno un'ecografia. Se il liquido scorre bene arrivano alle tube, significa che non ci sono ostruzioni di sorta.
A quanto pare, può essere dolorosa, anche se la ginecologa dice che non le mie mestruazioni dolorose, questo non sarà di sicuro peggio.
Per il resto...ho letto che si deve fare nei primi giorni dopo il ciclo mestruale, e astenendosi, nei giorni precedenti, dai rapporti sessuali (avendo il ciclo, non sarà un problema).

Ora credo che vagherò online su forum vari, alla ricerca di chi l'ha già fatta..per avere altre notizie.

Nessun commento:

Posta un commento