martedì 24 gennaio 2012

Chi ha paura dello spermiogramma? (2)

Magia delle magie...la prenotazione del famoso spermiogramma ancora non giunge.
O meglio, è ancora nelle mani del medico, che si starà chiedendo che farne.
A quanto pare il Filosofo è ancora troppo impegnato in strani impegni (che comprendono anche varie ore oziose in casa) per andare a prenderla. Il grande giorno dovrebbe essere giovedì, sempre se non ci sono nuovi e rutilanti imprevisti.
Nel frattempo la mia visita ginecologica non è stata delle più illuminanti.
Il retroscena era il mio salto di ciclo mestruale: mestruazioni saltate per due mesi di seguito.
Con conseguente ansia, pensieri, test di gravidanza (eh beh un filo di speranza una che la mette). E subito dopo il test, altri pensieri, molto più tristi, collegati alla mia ovulazione irregolare, al mio passato di ovaio micropolicistico.
Anni fa avevo avuto lo stesso problema, e la dottoressa mi aveva dato il Clomid. Un'altra volta invece, da ragazzina, mi aveva indotto il ciclo con una serie di punture dolorosissime. Ecco, questa volta spero proprio di evitare di riprendere farmaci e robe varie.
Insomma, vado alla visita sperando che lei mi illumini d'immenso capendo che succede: ecografia.
Il responso è:" qui bambini non ce ne sono, l'endometrio è spesso, per cui devi mestruare. Se non accade entro 10 giorni, provochiamo il ciclo in qualche modo."
Sarà stata la prospettiva orrenda di farmi di nuovo punzecchiare il sedere per avere il ciclo mestruale, ma già da stanotte ho il seno super teso e dolorante. Almeno mi verrà il ciclo. Che è sempre meglio di non avere il ciclo, sperare di essere incinta, e sapere che a meno che tu non sia Maria di Nazareth, è decisamente improbabile che tu lo sia.

domenica 15 gennaio 2012

Chi ha paura dello Spermiogramma?

Il Filosofo ha accettato il consiglio della mia dottoressa: fare uno spermiogramma.
Il primo step era chiamare il suo medico di base e farselo prescrivere.
Dopo qualche settimana di dimenticanze, ho chiamato io.
Il dottore però mi dice che dovrà spiegare al Filosofo alcune cose su come farlo.
Riferisco. Passa qualche giorno. Passa qualche altro giorno.
Chiedo come mai il documento non è stato ancora ritirato, visto che doveva farlo lui...
Dopo lunghe fatiche, riesco a farmi confermare quello che sospettavo.
L'idea di fare questo esame lo spaventa.
Lui si dice convinto che tutto vada bene, "Ma se l'esame dicesse che ho un problema? Non la prenderei bene, ne sono certo".
Un po' lo capisco, c'è da dire però che io mi sto sottoponendo a punzecchiature, visite a gambe all'aria, esami e quant'altro.
E quindi mi innervosisco quando lui si tira indietro da questa cosa, anche se lo so, che per un uomo è una questione più complicata: nella nostra società è "norma" che la donna vada dal ginecologo, mentre non lo è per niente che un uomo si rivolga ad un andrologo o che comunque faccia qualche controllo ogni tanto alla sua zona genitale.
Boh...vedremo in quanti altri giorni la prescrizione sarà a casa nostra.

venerdì 13 gennaio 2012

Gravidanza vs sindrome premestruale

Alzi la mano chi non ha mai temuto, da ragazzina, di essere incinta.
Anche se magari avevi costretto il tuo ragazzo ad indossare due preservativi e a fare la doccia con lo spermicida, bastava un ritardo di qualche giorno...e via di panico.
Quando ero ragazzina io, internet non c'era. E quindi si telefonava all'amica e ci si interrogava vanamente su come riconoscere una gravidanza.
Quali diamine dovrebbero essere i primi sintomi?
E con questa fatidica domanda si apre un mondo.
Un mondo nebuloso, in cui non c'è nulla di chiaro.
Vediamo quelli che vengono definiti come i più comuni sintomi di gravidanza:

  • assenza di mestruazioni 
  • spotting (che sembra una contraddizione del sintomo precedente): leggero sanguinamento, dovuto all'impianto dell'embrione
  • nausea
  • seno teso
  • stanchezza, sonnolenza
  • stimolo a urinare spesso
  • sbalzi d'umore 
  • stitichezza
Perfetto.

Ed ecco i sintomi della sindrome premestruale:
  • stanchezza
  • mal di schiena
  • sbalzi d'umore
  • nausea 
  • mal di testaseno teso o dolorante
  • stitichezza 
  • diarrea
  • ritenzione idrica
E allora, come si fa a non sperarci, almeno un pochino, anche se si sa benissimo che è una speranza idiota?
E ora non si spera più di NON essere incinte, anzi. Peccato che ogni sintomo, oltre che magari solo isterico, possa anche essere semplicemente premestruale

giovedì 12 gennaio 2012

Ascoltare il proprio corpo

Io devo essere un po' sorda.
O forse il mio corpo non parla la mia stessa lingua.
Non lo so. So solo che io non mi capisco da sola.
Tutti i discorsi sull' "ascoltare il proprio corpo" per capire quando è pronto, ricettivo, e così via...per me sono ostrogoto.
Per esempio...i dolori al seno, i dolori alla schiena, i doloretti al fondo pancia, cosa sono?
Sintomi premestruali? Segni di ovulazione?
Magari fossero i primi segnali di una gravidanza.
Peccato che non ci sia una bella legenda chiara e univoca per queste cose.
Almeno, per me non esiste.
E così anzichè ascoltarmi io mi spio, mi osservo, mi tendo agguati da sola per cogliermi di sorpresa e capire cosa succede in me in questo periodo.
Devo decidermi a tornare dalla dottoressa.

martedì 10 gennaio 2012

La paura

Ormai lo sanno anche i sassi che mente e corpo sono collegati, e che ansia, paura, stress e compagnia cantante non fanno bene nè alla nostra salute mentale nè a quella fisica.
Ma basta saperle, le cose, per gestirle bene?
Nel mio caso no.
Lo so che avere paura di non rimanere incinta, e quindi pensarci, stressarsi e fare sogni orribili non aiuta. Non mi fa bene, lo so anch'io.
Ma non riesco a non farlo.
Il Filosofo, nomen omen appunto, la prende con maggiore filosofia: non c'è da allarmarsi, più ti allarmi più la rendi difficile, rilassati e vedrai che andrà tutto bene.
Sarà che io e il mio corpo non siamo sempre in ottimi rapporti, ma il tema "fertilità - sterilità" per me è abbastanza caldo.
Non è facile rilassarsi, soprattutto quando intorno mi si dice "eddai, rilassati!!!"