giovedì 6 giugno 2013

La iui funziona? Inseminazione artificiale e sfera di cristallo.

Per quest'ultima IUI, la biologa ci aveva tenuto a parlarmi. A prendermi in disparte e dirmi, con una faccia da Pollyanna dei poveri: ci devi credere!!! Dai!! ho anche parlato con tuo marito, quando l'ho portato di là, lui è  così pessimista...non dovete!!!
Dai!!! Su!!! Ottimismo!!!
Poi mia cognata, con tutta l'agopuntura e tutto il resto, che continuava a dirmi: la biochimica è stata un buon segno, vuol dire che si è mosso qualcosa, dai...

E io? Io non ci credevo molto, ma questa volta ci speravo.
Non so perchè. Forse perchè era l'ultima prima del salto verso la FIVET.
Forse perchè volevo che funzionasse.
Forse perchè boh.

Ora, mentre scrivo, ho appena scoperto di avere finito il buscofen, unica cosa che mi aiuta quando i dolori mestruali arrivano come belve.
E quindi.

Ho chiamato Ferrara, stamattina mi aspettavano per le beta, ho avvisato che non aveva senso per me farmi ore di su e giù in macchina con dei dolori così.
Mi hanno fatto gli auguri per il futuro.

E ora...ecco la domanda famosa, le domande famose:

La IUI funziona? Quali sono le percentuali di successo?
E anche...ha senso tentarla?

Chi non se l'è chiesto, e ha che fare con la PMA, scagli la prima gonal pen.

Io me lo sono chiesto, e l'ho chiesto a tutti i dottori con cui ho avuto a che fare.
Le risposte sono state variegate. E saggiamente vaghe.
In quest'ultima IUI la soave biologa mi ha ripetuto che lì al Sant'Anna a Ferrara la loro percentuale è 13-14 %.

In altri posti si parla del 10%, in altri ancora del 15%.

 Tutti, comunque, dicono che bisogna tenere conto di:
- qualità ovocitaria
- qualità del seme
- età
- SFIGA

Mi par giusto. Non è molto chiarificatore, come elenco di fattori, ma è onesto, credo.
Ma poi?
Allora?

La IUI funziona o no?

A me viene da dire: con me no.
E nello stesso momento in cui il pensiero spontaneo si formula, l'altra parte di me replica: cazzo dici? Come con me no? e la biochimica????

La biochimica.

Mi sono ripetuta ad nauseam che la biochimica è stata una cosa positiva a modo suo, che è segnale di vita in qualche modo, che questo, che quello.
E lo so.
Eppure.
Eppure, cazzo di un cazzo, se la IUI avesse funzionato ora avrei la pancia. cioè, una pancia motivata, non la mia solita ciccia schifida.

Non riesco a non pensare questo, in prima istanza.

La IUI funziona?
A quanto pare, a volte sì.
Durante questi mesi ho frequentato spesso CUB, e se qualcuna capitata qui per caso ancora non lo conosce..consiglio di darci un'occhiata.
Ho parlato anche lì di queste mie esperienze, dei tentativi, e ho letto storie altrui, e ricevuto messaggi da donne con storie per certi versi simili alla mia.
E con loro la IUI ha funzionato.
C'è chi mi ha scritto per dirmi che con 10-12 anni più di me e sperma problematico, alla prima IUI è andata.
Chi mi ha detto che ce l'ha fatta alla settima, chi alla dodicesima, chi ha fatto tentativi mirati in previsione della IUI e l'ha beccata così.

E' vero, le IUI possono funzionare.
Questo blog è appunto un blog, non una testata giornalistica o un sito medico, e quindi non sono in grado di dare dati certi e statistiche precise.
Riporto la mia esperienza, e dove posso dò anche informazioni, perchè so come ci si sente a cercare notizie su esami e farmaci e trovare ben poco.
Condivido quello che so, e vorrei tanto poter condividere il successo dell'inseminazione artificiale.
Non sento di poterlo fare, anche se forse dovrei. Forse devo.

Nel caso remoto in cui ci sia qualcuna che sta leggendo ora, e che non conosce la mia storiella e vuole saperla.
Nel caso remoto in cui una donna in cerca sia capitata qui per avere qualche notizia in più sulla IUI, ecco la mia esperienza. Al meglio di come riesco a dirla.


Dopo la seconda inseminazione, per la prima volta in tanta ricerca, io e il Filosofo abbiamo avuto un rapporto. Due giorni dopo.

Non sapremo mai se la fecondazione l'ha fatta la IUI o il rapporto.

Ma c'è stata.

Tutto è finito molto presto, si è trattato di una gravidanza biochimica.

Ma la fecondazione c'è stata.

E allora, con uno sforzo colossale lo dico di nuovo: la IUI può funzionare.

Credo che, prima di iniziare il percorso per farla, vadano considerate alcune cose, al di là di quello che si pensa per QUALSIASI percorso di PMA:
- per la IUI, come per la FIVET, si fa una stimolazione: cioè ci si dopa di ormoni. Meno che per la FIVET, certo, ma sempre ormoni sono.
- la IUI ha una percentuale di riuscita non splendida, che cala via via con l'aumentare dei "problemi"

Quindi...piccolo e spassionato suggerimento a chi deve iniziare il percorso: pensateci bene.
Pensate a quanti tentativi di IUI fare, non fermatevi al pensiero "beh è più leggera dell'altra tecnica", perchè è vero, lo è.
Ma non è del tutto leggera, e non è detto che a farla e rifarla, leggera lo resti poi tantissimo.

come sempre, anche questo era solo un parere mio.
Personalissimo.

E dopo aver sbrodolato parole e parole, nei fumi della dismenorrea, vesto immaginari abiti talari e declamo:     ite, missa est.




Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

17 commenti:

  1. fatto due iui. con me non ha funzionato, ma so che può funzionare. Non è leggera. Per niente. Per me è stata durissima. Non tanto per gli ormoni. Ma per tutto il contorno. Per l'attesa. Per i pensieri. Per le aspettative. Perchè sempre pma è.

    RispondiElimina
  2. ecco, mi sono soffermata sul lato "ormone" perchè mi pare che l'altro sia più segnalato, anche dai medici. Almeno a me.
    Che poi, tutto il resto è pesante eccome....

    RispondiElimina
  3. Io non ho ancora fatto nessun tipo di pma, ma questa domanda sulla IUI me la sono già fatta tante volte..forse perchè fin'ora non ho mai letto o sentito di qualcuna a cui sia andata bene (ma sicuramente è un caso..)e forse anche perchè ti dicono che le percentuali di successo sono così basse....non lo so, la questione mi sembra trattata in modo fumoso, anche dai medici....Comunque grazie per avere raccontato la tua esperienza/opinione, è comunque di grande aiuto..Un abbraccio forte!!!

    RispondiElimina
  4. Le percentuali di successo della iui sono basse (tra il 5 e 10 %), basse non vuol dire nulle quindi ovviamente qualcuna ce la fa. Ma secondo la mia esperienza se gli spermini non sono al top è quasi inutile(ovvio che poi esistono i miracoli ma sono appunto miracoli).
    Per la mia esperienza se gli spermini sono ok si dovrebbero fare massimo tre tentativi perchè comunque anche se la stimolazione è blanda sono sempre farmaci da prendere e anche se sai che le possibilità sono poche c'è sempre una grande aspettativa e un coinvolgimento emotivo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. posso fare l'antipatica?
      diciamo almeno noi che la facciamo fecondazione o procreazione "assistita" e non "artificiale"?perchè a me quella parolina lì (artificiale) mi da proprio fastidio sentirla dire...
      scusa cara se mi sono permessa :)

      Elimina
    2. concordo sul discorso IUI
      aiuto-ansia- mi illuderò- argh

      Un bacio a entrambe :*

      Elimina
  5. Ma certo che puoi :-)
    E non sei antipatica!!!

    RispondiElimina
  6. Io ho fatto 4 IUI e come te ho avuto una biochimica (alla seconda). Ho anche fatto una ICSI con transfer di due blastocisti eppure non è andata. La mia conclusione... E' CULO!
    Anch'io bazzico su CUB, se ti va scrivimi il tuo nick così ci "sentiamo" ;)
    La mia mail è unavitadaapprendista@gmail.com
    Bacio
    Ps. comunque mi spiace che non sia andata :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anch'io biochimica alla seconda....
      Il mio nick su cub è uguale a qui, sempre Diarista :-)

      Elimina
    2. Ti volevo mandare un MP ma hai la casella piena :(

      Elimina
  7. i miei tentativi sono di un anno e qualche giorno fa il medico mi ha profilato l'ipotesi di una iui, considerato che il mio umore sta man mano peggiorando dopo che le ultime analisi prospettano un dosaggio di progesterone nella seconda parte del ciclo bassissimo. secondo voi devo già provare con la iui o fare una cura di progesterone e provarci ancora così al naturale. dalle visite sembrerebbe tutto ok sia per me che per il mio copmagno, è solo venuto fuori questo maledetto progesterone basso ed in effetti ho uno fastidiosissimo spotting dal 14/15 giorno del ciclo fino alle mestruazioni. secondo voi una iui, magari che va a vuoto, potrebbe solo peggiorare il mio umore già basso come il mio ormone? vi ringrazio per le vostre eventuali risposte, datemi un consiglio. Ecate

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Ecate,
      mi piacerebbe avere qualche consiglio intelligente da dare...ma non credo di essere in grado.
      Le uniche cose che mi sento di dire, sono:
      - perchè non informarsi bene? Non ho capito se il medico di cui parli sia ginecologo o medico di base, ma in ogni caso approfondite la questione.
      Avete già fatto altre analisi? Mi pare di sì, visto che dici che è tutto a posto.
      - consultare il sito Cercounbimbo. E' ottimo per avere informazioni, scambiare opinioni, leggere storie di altre donne e confrontarsi.
      Aiuta molto, se non lo conosci già te lo suggerisco.
      In ogni caso, se vuoi, puoi prenotarti un colloquio in qualche centro pubblico di PMA (suggerisco pubblico solo perchè costa molto meno, e per fare solo un colloquio mi sembra meglio).
      E in ogni caso...per quanto riguarda l'umore...ti capisco eccome!!!!

      Elimina
    2. abbiamo fatto dosaggi ormonali( andati come ho detto cioè tutto ok nella prima fase del ciclo mentre nella seconda fase il progesterone basso è la causa dello spotting malefico che dall'ovulazione in poi mi perseguita fino al ciclo), analisi del mio compagno ok, tamponi vaginali e colposcopia ok, adesso devo fare le ultime analisi alle tube e l'isteroscopia per vedere se anche lì è tutto ok. il mio ginecologo pensa che la causa sia stata trovata: progesterone basso ma in ogni caso mi ha detto che se voglio accorciare i tempi si può provare con la iui, tra l'altro non pubblica, se voglio farla tra qualche mese quindi il costo andrebbe sui 3000 euro nel privato perchè altrimenti nel pubblico la lista di attesa è di un anno. ora non so cosa fare, ho la tristezza nell'anima perchè temo dopo un anno di tentativi anche mirati di non riuscire nature e di aver bisogno di aiuto, dall'altro vorrei credere al medico che pensa possa essere solo causa del progesterone basso. non so se la iui possa essere un modo per superare il problema o l'inizio di qualcosa che potrà solo farmi peggiorare l'umore visto che la percentuale i riuscita è così bassa.

      Elimina
    3. Mmm, a costo di essere noiosa, ti ri-suggerisco Cercounbimbo, perchè lì ci sono donne MOLTO più esperte di me :-)
      COmunque io la IUI l'ho fatta nell'ospedale pubblico, e la lista di attesa non l'ho vista. Per la FIVET sì, è anche lunga, ma per la IUI non mi pare.
      MA dipende anche dalla regione in cui sei, probabilmente.

      Elimina
  8. io sono in sicilia, la tua regione è emilia romagna, per caso? potrei fare un viaggetto, in caso. Mio fratello vive a Ravenna

    RispondiElimina
  9. Contribuisco: io di IUI ne ho fatte 5 e alla 4° le beta erano 144... poi calate... cioè, come ha funzionato ma non per 9 mesi...

    RispondiElimina