domenica 25 agosto 2013

Come un palloncino bucato

C'era una cosa. Ci avevo investito un po' di energie, di soldi, di tempo, di tutto, insomma.
una cosa seria.
E sembrava quasi che stesse andando come doveva, tra mille peripezie.
Ora invece mi sta scoppiando in mano, come un palloncino.
Avevo avuto la lungimiranza di non dirlo a nessuno, neanche ai miei genitori.
Perchè anche loro avrebbero pensato che i miei anni di fatica impegno sacrifici sarebbero stati finalmente ripagati.
A quanto pare non è così.
Non ce la faccio neanche qui.
Non riesco a rimanere incinta. Non riesco a guarire del tutto dalla bulimia. non riesco ad avere una forma fisica che non mi faccia vomitare quando mi vedo svestita. Non riesco a fare neanche questa cosa a cui tenevo.
Non riesco a fare un cazzo.
Ottimo.
Ora, per qualche giorno, vorrei solo che il mondo non esistesse. Giusto il tempo di riparare le ennesime crepe sulla mia finta facciata sorridente.

4 commenti:

  1. Io non posso far altro che mandarti una pacca sulla spalla e dirti che ti capisco. Credevo di avere il mondo in mano e poi tutto mi è crollato addosso. Ora mi porto dietro un bagaglio di pessimismo, fastidio e insicurezze. Spero che un giorno passi. Spero che un po' di sole si affacci anche per me e te cara :)

    Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
  2. mi spiace così tanto leggerti così....Vi auguro di cuore che tutto possa risolversi al meglio....che tu possa trovare la tua serenità e che i vostri desideri si realizzino

    RispondiElimina
  3. Diarista, sono mancata per un pò e ora ho letto gli ultimi post...mi dispiace che anche questa cosa non vada come deve andare...mi dispiace per il pensiero "io non sarò mai mamma" che ha accompagnato anche me quest'anno (ora è un pò che non lo sento, ma sarà andato momentaneamente in ferie).....mi dispiace per l'amica che ti ha rifilato la simpatica lezioncina sul fatto che "la tua vita vuole insegnarti qualcosa tramite questa esperienza.."....e oltre a dispiacermi, ti mando il solito, forte e grande abbraccio. Non c'è molto altro che possiamo fare così lontane le une dalle altre, ma la solidarietà c'è, e tanta.

    RispondiElimina