martedì 3 settembre 2013

Come uno spermatozoo tosto. E anche grazie.

Prima il grazie.
Perchè siete presenti, qui nella penombra del web, nella MIA rete di ragnetto paffuto.
Siete presenti e mi fate sentire sostenuta, e so che quando la scintigrafia ci dirà il responso, potrò dirlo a voi e potrò sfogarmi ancora.
Ho sempre una paura fottuta e una super ansia.
Come dice Silvia, spesso qui esprimo i sentimenti peggiori, le rabbie e le incazzature verso il Filosofo e verso il resto del mondo.
Lo faccio qui anche per non farlo tropo fuori.
Urlare strillare sgolarmi e piangere qui mi aiuta, mi permette poi, fuori, di sembrare quasi normale.
Alla fine la stupida guida anni '50 di qualche post fa mi torna utile, cerco a modo mio di seguirla o meglio di farmi una mia personale guida, un decalogo, una serie di piccoli e grandi atteggiamenti e gesti per farlo sentire amato, di solito in silenzio.
Che lui, al contrario di me, non è affetto da dissenteria verbale.
Insomma grazie, davvero. vi ho lette tutte e vi rileggo (e leggo pure i blog, e vi stringo forte e penso "cazzo se sono fighe ste donne!" perchè siete proprio toste).
Grazie.
grazie.
E siccome voi mi state a sentire quando sto male, ora condivido anche la bella notizia.

Come uno spermatozoo!
ecco come mi sento.
Come LO spermatozoo, quello ficherrimo, quello che ce la fa!

Partimmo in 5000. 5000 persone iscritte al concorsone.
Io partivo "forte" di due lauree e di una discreta bravura nei test.
Rimanemmo superstiti in 1500.
Prova scritta. Le mie competenze e tanta fantasia. Domande assurde.
Ed eccoci a correre in 277.
Ad affrontare l'orale.
Di domenica si estrae la traccia. Un giorno per preparare un progetto didattico di un anno, con le indicazioni (numero bambini, età, handicap, tema) estratte.
Il pomeriggio dopo, l'orale.
Ne sarebbero entrate 54.
Ed eccomi. Diarista lo spermatozoo.
Ce l'ho fatta!
Sono entrata.
Ora non sono più una precaria in graduatoria.
Ora sono un'INSEGNANTE DI RUOLO.
Devo fare l'anno di prova (corsi, formazioni, tesina, progetti), ma ora la scuola dell'infanzia ha una maestra fissa in più.
Lascerò la professione di psicologa, mica posso far tutto.
Ma va bene così! Eccome se va bene.
Ci serviva uno stipendio fisso. E ora ci sarà.
E' una bella cosa. Una cosa grande, per me. Grandissima.
Scusate se ho rotto le palle con questo post decisamente "pubblico"...ma è un modo per ricordare anche a me stessa questa cosa.
POP! Stappato uno spumantino virtuale.
Ecco.
Vi bacio.

12 commenti:

  1. grande!bravissima dovremmo ricordarci più spesso cmq che siamo stati spermatozoi vincenti! :-)

    RispondiElimina
  2. Grandissima!!!! Congratulazioni!

    RispondiElimina
  3. Congratulazioni sono contentissima per te, e per questo bellissimo e difficilissimo traguardo raggiunto.

    RispondiElimina
  4. Evviva evviva evviva! Che gran bella notizia, finalmente! Lo vedi che la vita, ogni tano, stupisce anche in bene?

    Ti faccio tanti auguri per tutto cara :)

    RispondiElimina
  5. io adoro le belle notizie!!!! dai dai che entrare nel loop positivo di pensieri aiuta, aiuta per tutto!!!
    la scuola ha bisogno di persone UMANAMENTE VALIDE, proprio come te! un abbraccio e ancora BRAVA BRAVA BRAVA!

    RispondiElimina
  6. Bravaaaaaaaaaaaaaaaaaa finalmente una persona intelligente e capace nel mondo della scuola! Spero di non averti affosa con il mio commento dell'altro giorno, in caso scusami....non volevo.

    Brava, brava, brava, l'ho già detto?

    RispondiElimina
  7. complimenti!! concordo pienamente con tutte, sono certa che farai un ottimo lavoro!

    RispondiElimina
  8. Evviva!!!!!!!!!!Che brava, qui bisogna festeggiare!!!!!!! Ci voleva proprio, in questo momento!!!! Devi essere orgogliosa di te, nonostante tutti i casini sei riuscita a ottenere un grande risultato!!! Bacio!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  9. Grazie grazie grazie ragazze.
    Siete adorabili.
    E' strano dopo anni di precariato ora essere li a scuola con i genitori PRIMA che inizi la scuola...stranissimo.
    Ovviamente non mi spiacerebbe dover lasciare l'incarico per la maternità, ma cerco di non pensarci.
    Cerco proprio di cancellare il pensiero.
    p.s. Silviaaaa non mi hai offesa, è vero. Ho un sacco di rabbia dentro, ma un sacco...e in parte è diretta anche verso di lui, che non so se se la merita o no, ma non so che farci...mi viene....

    RispondiElimina
  10. Ti leggo da tanto tempo.. Anche io concorsone, li ho passato entrambi, primaria e infanzia, e il paragone con lo spermino ci sta tutto! Con la differenza che io la prova orale di infanzia l'ho fatta a 8 giorni dal raschiamento, con tanti dolori fisici, a seguito di morte uterina. 12esima settimana. La seconda prova , quella di primaria, l'ho fatta con tanta prostrazione post aborto, finalmente arrivata, arrivata quando (tre giorni prima della prova) sono venuta a sapere che nella mia regione assumevano dalla graduat del 99 e non accantonavano i posti.. Tutti i caffè per tenermi sveglia, che forse hanno avuto un ruolo nel l'aborto, allora non erano servito a nulla?? In quello stato ho fatto primaria. adesso ho ancora la pancia, qualche smagliatura

    RispondiElimina
  11. Ma soprattutto amnesia.. Non ricordo di essere stata incinta, talmente presa dal concorso.. È devo ricordarmelo spesso, perché la tristezza di adesso, é il vuoto di questa perdita.. Mi ricordo che tu hai avuto una biochimica. Quante speranze e quante fantasie rimangono appese ad uno stick?? sono stata incinta, sono stata incinta,

    RispondiElimina
  12. Perché è da quel vuoto che nasce il mio vuoto attuale. Il guaio è che per giorni non ho sentito niente.. Me lo sono privato.. Perché piangere per 1,7 cm di niente? Non era un bambino. Ecco, non mi sembrava giusto piangere. È la tristezza non andava via. Eppure ogni morte ha bisogno di un suo funerale dove versare le ultime lacrime e chiudere... è fino a quando una mia amica non mi ha fatto uscire questo (mi sento stupida a piangere, eppure.. Eppure... " e sono scoppiata a piangere) il funerale non poteva avere luogo. Solo dopo presa di coscienza di questa mia rigidità (voler essere forte) ho potuto risalire la china. Anche la tua biochimica ha bisogno di essere considerata.. Checché ne dica il filosofo e gli altri.
    Ti leggo sempre.... Ale

    RispondiElimina