mercoledì 12 novembre 2014

La tirannia dell'ormone 1

Io sono un'emotiva, tendo a prendere tutto in maniera "forte", a vivere molto male o molto bene le cose.
Però a tutto c'è un limite.
Tipo a come reagisco davanti alle botte di sclero del Filosofo.
Che è, notoriamente, uomo che non si esprime, non fa uscire, non dice, fino a esplodere in un'incazzatura allucinante che dura, di solito, una decina di minuti.
I primi tempi, di fronte a esplosioni eccessive e sproporzionate, cercavo, scema!, di farlo ragionare.
Dicevo roba tipo "ma ti pare il caso? Non stai esagerando? Dai..."
E lui diventava una belva.
Parlandoci poi, a freddo, una volta, mi ha detto: TU FREGATENE. Poi mi passa. Tu cerca di non badarci, non prendermi sul serio.
E io ho deciso di applicare questa tecnica.
E funziona. Perchè lui sclera, dice cose assurde, se la prende con gli oggetti (correlati allo sclero, di solito), poi migra in un'altra stanza...e poi gli passa.
Bene.
Qualche sera fa rientra. Io ho scaldato il brodo nelle tazze.
Ora, io se scaldo, in effetti, SCALDO.
Scaldo di brutto. Lo so. Solo che, amor mio, siamo adulti. Se senti con le manine sante che la tazza è calda, MOLTO calda, aspetta prima di bere.
E invece no, assaggia il brodo, è troppo caldo, si scotta la lingua.
Un ululato, e tazza + brodo diventano arte contemporanea sul pavimento.
Con correlato di madonne e santi. Dopodichè esce dalla stanza.
Reazione eccessiva, reazione che poi, a pensarci, ho supposto collegata ad altri nervosismi.
Va bene. Io prendo e pulisco, non è che sia una roba da crisi mondiale.
Peccato che IO sia una roba da crisi mondiale, ultimamente.
Non riesco a gestire niente. E così, anche se dentro di me sono solo vagamente irritata dalla sua reazione (ma dai, non bastava appoggiare la tazza, sfogarsi verbalmente un attimo e passare oltre?)...FUORI di me, o meglio fuori dai miei occhi cominciano a scendere lacrimoni copiosi che neanche un cartone animato giapponese.
E non riesco a controllarmi.
E so, so che il Filosofo sta cosa ancora non l'ha capita bene. Che non è che voglio far scena, che non è che voglio far la drammatica, che non è un cazzo se non....LA TIRANNIA DELL'ORMONE!!!
Sembro una demente. Mi sembro da sola una demente.
Ma non so che farci.
E siccome poi lui un po' la prende sul personale, del tipo "vuoi farmi sentire in colpa che ho sclerato" io tento di non far sentire che mi partono i singhiozzi neanche fossi una prefica.
Risultato? Lui arriva con la faccia già approntata allo scazzo, mi guarda e se ne va scuotendo la testa.
Torna, in rapida successione, e mi dice che potrei anche evitare di farlo sentire una merda perchè ogni tanto perde la pazienza.
A quel punto, tra le lacrime e tirando su col naso, con in mano lo straccio e in mezzo ai cocci, sono stata io a dirgli "TU FREGATENE. Poi mi passa. Non faccio apposta. E' come se mi sanguinasse il naso, mica posso controllarlo."
Sul momento, devo dire, non mi è sembrato convinto.
Poi però, la sera stessa, mentre cercavo di spiegargli che davvero, a volte è come se mi sanguinasse il naso o mi scappasse fortissimo la pipì...mentre ero lì che mi concentravo per spiegare...ecco che riparte l'ormone e la minima frustrazione del non riuscire a spiegarmi mi fa RICOMINCIARE.
Così continuo a parlare e a spiegare, con tono quasi normale, mentre lacrimo come una madonna miracoloso.
A quel punto mi ha creduta.
E per fortuna bevo come un cammello, se no a quest'ora sarei disidratata.

6 commenti:

  1. Non mi piacciono le scenate e quando Carl (in passato un tipo molto impulsivo che prendeva fuoco subito, poi after psicoterapia+pratica buddista molto migliorato) sclerava io scleravo peggio di lui, e di solito finiva in tragedia con pianti, urli e porte sbattute. Due o tre volte me ne sono anche andata di casa. Però adesso sei (siamo) incinte cavolo! A noi la priorità degli sbalzi ormonali e della follia! C'è qualcuno dentro di noi, cavolo!!! Solidarietà totale da parte di un'altra piagnucolatrice senza controllo. Ah, la storia che mi hai scritto nel post precedente sulla selezione naturale fino alla dodicesima settimana mi ha terrorizzato veramente, sappilo....

    RispondiElimina
  2. Per ora la psicoterapia non ha potuto ancora incidere tantissimo su questo suo lato, diciamo che il "sclera sclera che poi ti passa" che ho applicato negli ultimi 2 anni è in effetti molto efficace...tranne ora che ci aggiungo " e intanto io mi sciolgo in lacrime" :-)
    Lo sbalzo ormonale e quindi umorale è il mio pane quotidiano!!!!
    Riguardo alla selezione, come dicevo sul tuo blog, non so se sei a 10 o 11, ma le peggio le hai passate!!!!

    RispondiElimina
  3. Quanto ti capisco.. sai, sono tutti uguali, che tu sia incinta o che sia ancora una cercatrice..quante volte mi sono sentita rimproverare, perché piangevo, magari durante la stimolazione.. lo so che non è facile starci vicino, ma penso che i nostri uomini non siano preparati a sostenerci.. d'altronde, la maggior parte del lavoro spetta a noi, è normale che siamo più provate.. ti abbraccio fortissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia, quanti rimproveri, è vero!!! Pensa che lui in tutti questi anni ha, al massimo dell'invasività, fatto un "tampone" genitale...si è lamentato per giorni, poverino lui :-)

      Elimina
  4. Oddio io non posso proprio parlare perché solitamente quella che sclera sono io. E se lui non mi risponde, resta placido e calmo come suo solito aspettando che mi passi... mi incazzo ancora di più. Spero che lo scombussolamento ormonale passi presto e spero che lui capisca la situazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io se mi incazzo voglio essere considerata...ma in questi casi è diverso, non sono neanche incazzata, sono solo...boh...in balia di non so cosa.
      Mi dicevano che l'ormone a palla cala dopo un po'...ma a me non sembra tanto!!!!!!!

      Elimina