martedì 1 luglio 2014

Oui, je suis Catherine Den...BOMBOLO

E' passata qualche settimana ormai, dalla pubblicazione sul giornale.
Mi hanno dedicato più spazio di quanto credessi, con foto del libro, foto mia, articolone.
Bello.
C'è chi ha visto la cosa e ha chiamato poi mia madre e mia zia per dirglielo.

Amica della mamma:
- ...ma ho visto tua figlia sul giornale!
- Sì, è una soddisfazione.
- ...AH...ma nella foto...è venuta bella eh?

E fin qui, grazie.

Parente lontana
- ..ma quella in foto è proprio Diarista?
- Sì.
- Ma guarda! Ma è bella...voglio dire...da chi avrà preso? Dalla famiglia di tuo marito?
- Boh...dicono che assomiglia a me, di viso...
- Ma no, guarda, nella foto è bella. Ma è così davvero?
- E' piccolina, ha tanto seno, ha un bel viso, sì.
- Ah, pensa!


Coglione che sta a cuore a mia zia

- Non è Diarista!
- Cazzo dici, certo che è mia nipote.
- Ma è bella. Io quando la vedo in giro...mah...allora vedo un'altra
- Sì vede che vedi un'altra. E' sempre lei.
- Ah sì sì...si vede che al giornale l'hanno sistemata.


Dunque.
1. nessuno di voi è rimasto incuriosito dal leggere il racconto?
2. o almeno dal fatto che l'abbia pubblicato Mondadori?
3. la foto è un autoscatto del piffero fatto da me in casa, solo che nella foto sorrido e ho un po' di mascara.  Magari, telefonatore di minchia n.3, la mia faccia cambia quando ti vedo perchè tu mi fai vomitare.

In seguito ci sono state altre due tre chiamate, stupite del fatto che in foto fossi carina.
A questo punto, a parte pensare che quel racconto forse lo leggeranno solo sconosciuti, e va bene così...mi domando..non è che in realtà, dal vivo, normale, sono uguale a Bombolo?!