venerdì 9 gennaio 2015

Sono GIA' una pessima madre...

In questi giorni mi sembra tutto così...difficile, ancora.
Come se la strada dovesse SEMPRE essere accidentata, come se non dovessi dimenticarmi mai chi sono, da dove arrivo.
Come se niente dovesse mai essere "normale".
La glicemia, prima sotto controllo, ora di nuovo si sballa.
la diabetologa al telefono mi ha liquidata con un "venga tra 10 giorni, siamo pieni...e segua la dieta".
Come se non lo facessi.
La seguo eccome. ma mi fa paura, vedere che le cose non vanno come devono, neanche con la dieta.
la ginecologa mi prende, mi pesa, e prima mi dice "vediamo quanto sei aumentata fino ad ora...se sei nella curva giusta o se hai preso troppo peso".
Sì. Vediamo. No, sono nella curva giusta.
Poi mi pesa. E olè, mi dice: "Com'è che non prendi peso? Guarda, questo valore è completamente fuori dalla curva, sotto al minimo.." e in effetti peso uguale a circa un mese fa.
Ma possibile? La glicemia è troppo alta, io non prendo peso...come possono andare insieme le due cose? Mah.
In tutto ciò....non è chiaro se inizierò l'insulina, che, ci hanno tenuto a dirmi, può comunque essere pericolsa. Bene.
Io lo so, sono ansiosa, lo so, sono sclerotica, lo so, ho tanta paura.
E con chi mi sfogo? Col Filosofo.
Che in questi giorni, lo so bene perchè sto dedicando tutte le mie energie residue ad aiutarlo, ha un esame importante da sostenere.
E quando lui è sotto pressione così...diventa nervoso pure lui.
E cosa succede?
Succede che per due giorni il bimbo si muove poco, io lo sento poco, neanche dopo mangiato fa qualche movimento deciso.
E io mi agito. mi agito. mi agito.
E finisce che lo dico al Filosofo, che sono agitata. Che il diabete gestazionale è pericoloso, che ho paura.
Finchè, l'altra notte, io non riesco a dormire, e mi accorgo che pure il Filosofo fa fatica. La mattina si alza che è già incazzato.
E mi urla in faccia che lui non ne vuole più sapere:
- di toccare la pancia
- di sentirmi parlare della pancia o di "questa cosa in generale" (la gravidanza)
- di sentirsi rovesciare le mie paure addosso.
Che lui se ho bisogno mi porta al pronto soccorso, che devo avvertirlo se sto male, che per il resto non ne vuole sapere nulla, perchè sta troppo male ora che gli ho trasmesso la mia ansia.
E ha aggiunto che io sono una demente, che sono paranoica su mille cose e idiota e facilona in altre.
Perchè qualche volta, diciamo 5-6 volte, ho lavorato con il pc portatile.
Lo tengo su una specie di "portavivande", un banchettino sotto cui infilo le gambe quando lavoro col il portatile sul divano. Tra l'altro facevo cose per lui, non per me, e stare al fisso mi faceva venire mal di schiena.
Comunque sia...mi ha ribadito più volte quanto sia dannoso per un feto in sviluppo questa roba, il wi-fi, la batteria del pc, e tutto quando.
E ha concluso dicendo: "Spero davvero che non nasca con dei danni al cervello...se no non credo che riuscirei a non incolparti".
Mi sento una merda. Mi sento di merda.
Nel frattempo il SSN mi ha spostato di nuovo l'ecografia di accrescimento, con l'impiegata che mi dice, al telefono: "Eh signora, ma cosa vuole che sia, c'è anche chi la fa più avanti di lei...su su....che per un'altra settimana non è niente".
Ma vaffanculo eh?
Non è niente per te, io sto per impazzire dall'ansia. E, chiaramente, i centri privati che ho chiamato per vedere se riuscivo, a sto punto, a farmela pagando...sono pienissimi.
Mi sento una pessima madre. Anche se non sono ancora madre. Ma mi porto avanti, con l'essere pessima.

18 commenti:

  1. Se mi posso permettere, in qualità di infertile e mamma grazie alla PMA (taaaanta PMA...), vorrei darti solo un consiglio: mandalo affanculo. Non credo proprio lui possa ritenersi nella posizione di rinfacciarti che gli stai mettendo ansia... ma per favore!!! Motivi per stare in apprensione ce n'è sono sempre, anche in gravidanze "normali", figurati tu, e lui è lì apposta! Se comincia così...campa cavallo...
    E, credimi, è molto più seria la questione glicemia che il portatile sulla pancia.
    Chiedo scusa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Permettiti permettiti!!!
      A volte penso che lui sia vissuto in una specie di bolla fino ad ora, in cui non si è reso conto di tutto quello che abbiamo, che HO passato per arrivare qui. Altre volte mi chiedo se non gli chiedo troppo...visto che lui la pancia non ce l'ha e non può capire fino in fondo.
      boh. comunque sia...io continuo a stare in ansia, magari più silenziosa, ma in ansia.
      E sta cazzo di glicemia è il mio nuovo incubo. La tengo più monitorata che posso. Anche se mi hanno già detto che devo fare la visita pre parto a 35 settimane e non a 38...

      Elimina
  2. La tensione purtroppo porta sempre a ste cazzate che ci buttano ancora più giù invece di farci stare tranquille...stai tranquilla, non sei una madre di merda e gli uomini non si renderanno mai conto di cosa vuol dire avere un bimbo nella pancia, né delle cose belle né di quelle brutte...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui a cazzate siamo campioni mondiali, mi sa.
      La domanda è...si renderà MAI conto? Voglio dire, fino ad ora no, poi? Una volta nato si renderà conto?

      Elimina
    2. Vuoi la verità?
      Verso di loro si, cambiano totalmente... verso di noi...beh...continueranno a non capire stanchezza, ansie e tutto il resto...
      Ma magari il tuo sarà una eccezione ;)

      Elimina
    3. Sigh...lo sospettavo.... E sospetto pure che lui non sarà l'eccezione :-)

      Elimina
  3. Anche noi abbiamo vissuto momenti molto tesi, con uscite molto infelici che mi sono rimaste scolpite in testa (adesso mio figlio ha quasi tre anni). Non le pensa quelle cose, sono sicura. Siete al limite entrambi. E la cosa del computer è proprio una cazzata. Anche io mi sono rosa dall'ansia in gravidanza, e me la sono rovinata, non ne serbo un bel ricordo. Mandami pure affanculo, ma ti perdi tutto vivendo nell'ansia, e arriverà il punto in cui per avere il controllo di tutto lo perderai. Se lo senti poco vai al ps, così ti tranquillizzi invece di cadere nel vortice e tirarti dietro anche lui. Per il resto cerca di allontanare l'ansia, dedicati ad attività che ti piacciono e che ti possano aiutare. Piscina? Yoga? Qualche incontro presso consultori. Cerca di stare meno possibile da sola. Ti mando un bacio e adesso mi metto qui e aspetto il tuo vaffanculo. (Anche noi fivet)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, penso anch'io che la tensione faccia la sua parte (tensione per tante cose, non solo per la gravidanza...)...solo che cavolo...mica facile dimenticarmi cosa dice.
      Hai ragione, l'ansia non aiuta e non mi fa godere le cose...ma non riesco a viverla diversamente. So che poi ci ripenserò dicendomi "cretina potevi godertela un po'"...ma che farci? ci provo...con pessimi risultati.
      Niente vaffanculo :-)

      Elimina
  4. Concordo con Agnes P: se non lo senti, oppure percepisci che c'è qualcosa che non va, o per qualsiasi altra cazzata che "semplicemente" ti preoccupa, vai al ps..anche 5 v al giorno! Io non mi sono fatta scrupoli e pur di togliermi l'ansia (che poi alla fine era pure un po' motivata), io 4/5 giri a Cona me li ho fatti...
    Se va tutto bene ti tranquillizzi, se c'è qualche problema, quello è il posto giusto per risolverli, credimi!!
    Forza e coraggio che ormai è fatta.

    E non sei GIA' una pessima madre...aspetta a dirlo...avrai tempo e modo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, il PS è la mia risorsa (dopo l'ostetrica super carina che gestisce l'associazione dove faccio il corso pre parto...per fortuna lei riesce un po' a contenermi), non mi faccio scrupoli ad andarci!!!!

      Elimina
  5. Per gli uomini è sempre tutto facile...loro non hanno sbalzi ormonali, non si trasformano,e anche quando ci sarà il bambino sarai tu che ti alzerai la notte, che lo consolerai, la tua vita sarà stravolta mentre lui magari continua a fare piu' o meno la sua vita...calcetto uscite con gli amici(parlo per me) io sono felice di avere il mio Alieno, e non mi pesa non uscire, o uscire meno...è la mia vita...ma per loro è diverso...Comunque per tranquillizzarti vai al ps...io mangiavo un pezzettino di cioccolato quando lo sentivo poco...ma per te non è il caso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piacerebbe che loro potessero provare l'effetto sbalzo ormonale a palla...sarebbe istruttivo davvero.
      Sono sicura che anche il Filosofo manterrà le sue cose, lo vedo già ora che io in casa riesco a fare un po' meno (mal di schiena folle e niente fiato), a lui non viene neanche in mente di variare la sua routine...
      Ahhhhh...la parità :-)

      Elimina
  6. Povera, mi dispiace..:( certo il Filosofo con queste uscite non aiuta.....però capisco che lo stress lo vive anche lui, e lo butta fuori in questo modo. Anch'io mi sentirei esattamente come te se avessi tutti questi impicci, avrei l'ansia anch'io e non penso che per questo sei una cattiva madre!!! Quanto al computer lascia stare..allora tutte quelle mamme che fumano e si drogano in gravidanza??? Ad un pò di radiazioni ci si dovrà abituare, poverino, dato che il mondo è pieno! Quanto al sentirlo poco, anche io ci sono die giorni che mi faccio prendere dalle paranoie..se non riesci a smettere di pensarci vai al pronto soccorso come dicono le altre, in fondo tu hai una situazione considerata "a rischio" per via del diabete, quindi è giusto che prendi ogni precauzione!! Almeno ti tranquillizzi!!! Ti abbraccio forte forte, dai che ce l'avete quasi fatta!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte, A VOLTE, mi ricoro che anche lui è stressato...solo che più spesso me ne dimentico...e lo prendo forse troppo sul serio quando sbotta.
      Guarda...io non ho MAI fumato, non bevo alcolici (se non due dita di vino in occasioni speciali), non uso sostanze...quando mi dicono "ah, sai, ricordati di ridurre il caffè" mi scappa da ridere, io non bevo caffè!!!!! Però....poi mi viene inmente solo quello che NON faccio bene, e mi spavento.
      Sto cazz.. di diabete gestazionale mi terrorizza, anche se per ora sto riuscendo a tenere la glicemia giusta con la dieta (di nuovo)...

      Elimina
  7. io sono ansiosaansiogenapessimistaparanoicaipocondriaca peggio di te! Come non capirti? PS Tu sei e sarai un'ottima madre :***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciaoooo...non sai che (enorme) gioia sia "trovarti" qui!!!
      Io ho passato un paio di settimane, circa, di "quasi-normalità":.ma ora sto ripiombando nell'ansia. Grazie della comprensione!!!!

      Elimina
  8. Primo: non sei e non sarai certamente una pessima madre. Non pensarlo neppure!
    Per quanto riguarda il diabete gestazionale non posso esserti di conforto, essendo un problema che non conosco, ma per quanto riguarda il discorso "paranoie"... Chi meglio di me può capirti?! Tra corse (inutili, ma rassicuranti) al pronto soccorso, diecimila ecografie fatte privatamente (e la ginecologa si lamentava pure, nonostante i soldi che si prendeva!!), la paura che mi ha accompagnata per tutti i nove mesi... Tuo marito, mi dispiace dirlo, dovrebbe esserti più di conforto, ascoltarti ogni volta che vuoi sfogarti e assolutamente non farti sentire in colpa!! Io in gravidanza sono stata attenta a qualsiasi cosa, ho smesso di fumare, bere acolici e caffè il giorno del transfer, non bevevo neppure una tisana senza prima aver consultato internet per vedere se poteva fare male, non bevevo bibite gassate, non facevo neppure le scale se non quando strettamente necessario (preciso che ho una casa su due piani...)... Usavo Angel Sound (il doppler per ascoltare il battito fetale) quasi ogni giorno... Insomma, paranoia ai massimi livelli. Non l'ho vissuta bene e non vedevo l'ora che il mio bimbo nascesse. Certo, verso la fine della gravidanza ero un po' più tranquilla, ma non me la sono mai goduta davvero. Troppa paura. Comunque anche mio marito aveva la fissa (e ce l'ha ancora) per il pc portatile e i danni che poteva causare per via del wi-fi, ecc. Io ci rimanevo male... Ma come, stavo attenta ad ogni mio movimento per non far del male al bimbo, e dovevo sentirmi in colpa perché guardavo un film al pc?! Gli uomini non ci possono capire pienamente, non sono loro a portare una vita nel loro ventre... Però c'è modo e modo di esprimere il proprio pensiero, devi far capire a tuo marito di essere più gentile, stress o non stress. Ah, non andare in paranoia per i movimenti del bimbo (il mio si muoveva poco, anche se dieci movimenti al giorno li ha sempre fatti, e durante il travaglio dormiva......), però stacci attenta e se noti qualcosa di anomalo corri al ps, non temere di far brutta figura o altro! Io ti consiglio anche l'uso di Angel Sound (si chiama anche "Cuore di bimbo"), a me ha aiutato moltissimo. Un abbraccio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto a paranoie, credo di averle quasi tutte...e quelle che non ho me le suggeriscono, così poi non mi faccio mancare nulla.
      Per il discorso movimenti...la conta dei movimenti non capisco mai come farla (certi movimenti valgono 1, valgono 2, valgono boh?)...un gran casino...almeno mi sono accorta che se è molto attivo un giorno..il giorno dopo è molto meno movimentato...
      Non me la sto godendo, mi rendo conto...chissà se riuscirò a gestire decentemente le ultime settimane.

      Elimina