mercoledì 8 luglio 2015

Dedicato a chi...usa il latte artificiale.

E' un po' che ho in mente di scrivere qualcosa sull'argomento allattamento.
Solo che dovrei avere una tastiera telepaticamente collegata al cervello, per poter scrivere di notte, momento in cui ci penso più spesso...e così finisco per rimandare sempre.
In realtà voglio parlare di allattamento al seno e allattamento con latte artificiale (o formula, come lo chiama chi è davvero preciso).
Mi rivolgo, con questo post, alle FUTURE MAMME. E alle GIA' MAMME che, per qualche motivo, fanno allattamento misto, o solo LA*

Prima di tutto, diciamolo: il latte materno è la cosa migliore, la più figa di tutte, contiene TUTTO, anticorpi, nutrienti, amore, sapori. TUTTO.
una roba che a pensarci sa di miracoloso.
Tanta roba, proprio, il latte materno.

Bene. Detto ciò....non è detto che tu, mamma, possa allattare.
Negli ospedali, negli ambulatori, ovunque, campeggiano cartelli che affermano che solo l'1% o il 3% (valori discordanti...) delle mamme non possono allattare.
Ora, intanto 1 e 3 sono numeri ben diversi. Perchè parliamo di percentuali.
E 1 mamma su cento, o 3 su cento, cambia.
E comunque, anche UNA su CENTO diventa di più, se pensiamo a migliaia e migliaia e migliaia di mamme.
Quindi...diciamo che...alcune mamme non possono allattare.
Esistono, queste mamme. Anche se se ne parla così poco.

E le altre 97?
Ecco. Io faccio parte di una di queste 97. Non ho caratteristiche fisiche tali da precludere l'allattamento al seno.

MA.

Ma questo non significa che si possa SICURAMENTE allattare, che ci si trasformi in dispensatrici di latte.
Perchè capitano cose come i parti difficili, come nel mio caso.
Io e Topo siamo stati separati subito dopo la sua nascita, per ritrovarci 24 ore dopo in UTIN.
E già questo non ha fatto bene, al discorso allattamento.
E io l'ho attaccato SUBITO appena ho potuto, e ho lottato tantissimo per poter allattare. Eppure..il mio latte non basta.
La mia amica, mamma di un bimbo prematuro...anche lei ci ha provato, ma la montata lattea non si è vista mai, neanche con tutta la sua volontà e i suoi tentativi e l'appoggio dell'ostetrica.
E ci sono altri casi, mamme che ci hanno provato e dopo un mese hanno dovuto rinunciare perchè ...perchè niente, il latte è calato e sparito pur attaccando il neonato incessantemente.

SUCCEDE.

A me è successo. Io ho fatto del mio meglio. L'ho attaccato a richiesta, più che a richiesta. Mi sono tirata il latte, ho preso le compresse, ho preso le tisane, ho stimolato in ogni modo.
Sono arrivata ad esaurirmi, a piangere disperata mentre mio figlio piangeva perchè aveva ancora fame e il mio seno distrutto non produceva abbastanza.
Mi sono sentita una merda.
Mi sono sentita una madre INADEGUATA.
Mi hanno anche detto "INSISTI, SE LO VUOI DAVVERO CE LA FAI".
Non è vero.
Non basta, volerlo.
A volte, non basta.
E allora...allora si passa al LA. Che sia allattamento misto, che sia solo con LA.
Succede. E...indovinate...vostro figlio CRESCE. Cresce e VI AMA.

E' vero, l'allattamento al seno contribuisce a creare il legame madre-figlio, il LM è ricco di tante cose incredibili.
Ma...ma il legame non passa solo attraverso il seno, il legame è TANTO ALTRO.
E sì...il LA ha un saporino così...tutto uguale...un po' banale, ma si chiama anche FORMULA perchè è formulato apposta per i neonati.
Per essere il miglior sostituto possibile del LM.

E quindi...e quindi se sei una mamma che non riesce ad allattare al seno, NON SENTIRTI UNA MAMMA CATTIVA, o una MAMMA DA POCO.

Ama tuo figlio, coccolalo, fallo sentire protetto sicuro nutrito (non solo di latte, anche di amore e attenzioni).

La cosa più importante per un neonato non è il latte materno, ma è stare con una mamma felice.
Davvero.
Pensaci, mamma.
Io sono sprofondata nelle lacrime, nella rabbia verso me stessa e verso tutto ciò che mi aveva impedito di vivere un bell'allattamento sereno, quello che tanto volevo.
Ci ho lavorato sopra.
Ho capito, poi, che ero IO che avevo tanto bisogno di essere BRAVA, che volevo qualcosa di "normale" di "naturale", dopo la PMA.
Ero IO ad essere tanto in difficoltà.
Non mio figlio. Quando ho cominciato a seguire davvero le sue necessità, cioè ad integrare, soprattutto la sera, il mio latte con il LA, lui è stato MEGLIO.

Aveva da mangiare quanto gliene serviva, aveva una mamma che pian piano era sempre più tranquilla e felice.

Non lo nascondo. Per me è stato un piccolo lutto da affrontare.
Ma ora che l'ho capito, ora che l'ho affrontato, mi rendo conto che era un lutto soprattutto mio.
E che aveva contribuito a crearmelo la pressione intorno, tutto quel dirmi " se vuoi ce la fai, non è vero che non puoi".

E invece era vero.
Io tutto il latte che produco glielo dò, tutte le volte che vuole attaccarsi, anche solo per la ciucciatina consolatoria, lo può fare.
Poi, quando c'è da fare la vera mangiata, ecco il biberon.




Si è madri allattando. Si è madri non allattando.

Se sei una mamma che non è riuscita a far partire l'allattamento, o che ha dovuto smettere perchè il latte "è andato via" troppo presto...NON ascoltare chi ti dice che avveleni tuo figlio, che sei un'egoista, che "non hai forza di volontà", che "evidentemente ti va bene così".
Non ascoltarli. Dico sul serio. Ne guadagnerai in salute. E quindi, ne guadagnerà anche tuo figlio.

Esistono, per l'allattamento, le consulenti. Bravissime, quelle della Leche Legue, per esempio. Ci sono fior di ostetriche.
Consultale, fatti sostenere da loro FINCHE' TE LA SENTI.
Ma poi...fai come ti senti tu. Non tirare la corda con te stessa fino al limite, non sfinirti cercando di diventare la madre che credi di "dover essere".
Ascolta te stessa e tuo figlio e farai il meglio per lui.



Ecco. Questo era quello che volevo dire. Scritto di getto in un momento in cui miracolosamente Topo dorme.
Invio senza rileggere, conscia di possibili errori di battitura.






*LA= latte artificiale LM = latte materno

13 commenti:

  1. Sante parole. Io per ora come sai sto continuando solo con il LM, ma sono consapevole che le cose possono sempre cambiare. Io sono stata allattata con il LA e sono santissima, felice, e ho un bellissimo rapporto con la mia mamma! E comunque a volte le ostetriche sono un po ' fissate! Quello che conta è che il bimbo cresca e che la mamma sia felice! !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie (di aver condiviso la tua esperienza)!

      p.s. san(t)issima mi piace molto :))))

      Elimina
  2. Ho scritto dal cell e con la mano sinistra! !!!!! :) :) :)

    RispondiElimina
  3. Beh assolutamente daccordo con quanto hai scritto ma hai dimenticato un'altra categoria di mamme, quelle che non vogliono allattare per scelta (e le ragioni possono essere moltissime). Anche queste mamme vengono additate dalle integraliste dell'allattamento al seno come egoiste e blablabla. Sì, il latte materno è fantastico ma una mamma felice, come giustamente hai detto tu, lo è ancora di più, quindi che semplicemente si smetta di giudicare le scelte altrui.
    :-)
    Licia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho parlato di chi non allatta al seno avendolo "deciso", perchè ho pensato (poi magari è una cazzata), che chi prende questa decisione lo faccia consapevolmente, cioè, diciamo, in accordo con se stessa.
      E che quindi subisca la pressione sociale esterna (e questa di sicuro!!!!) ma non abbia anche il lato "mi sento una merdaccia perchè non riesco ad allattare", e mi sono concentrata su questo.
      Ci sono tanti motivi per cui una donna può valutare di non allattare...e sono d'accordo sul fatto che non ha senso giudicarla, anche se immagino che poi avvenga molto più spesso il contrario, e chi fa questa scelta venga segnata a dito .

      Elimina
  4. oh come mi piace quello che hai scritto! cerchero' di tenermelo a mente quando sarà il mio momento. Purtroppo siamo troppo influenzate dalle solite malelingue e opinionisti del piffero, che parlano senza rendersi conto di quanto male facciano le loro parole. Io spero di poter allattare Paciocco, se non sarà possibile cerchero' di farmene una ragione e di supplire con un sacco di coccole come dici tu. Di sensi di colpa ne abbiamo già abbastanza, inutile rincarare la dose.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io spero che tu abbia un post parto da manuale, con pelle a pelle con Paciocco, montata lattea deluxe e neanche una minuscola ragade :-))))
      Che cavolo...dopo tanta fatica e tante sofferenze..ci vuole!
      Se così non fosse...sarà bellissimo anche se sarà diverso!

      p.s. il senso di colpa è il mio compagno di viaggio costante...sigh...

      Elimina
  5. Su questo argomento sono un po' una via di mezzo.....
    Mi spiego: secondo me è vero che potenzialmente tutte le mamme possono allattare e sicuramente il latte materno è il meglio....però.....però se una donna deve piangere, soffrire, sentirsi male perché non riesce.....allora meglio lasciar perdere perché una mamma serena è la cosa più importante!
    Sulla questione mamme che non vogliono per scelta allattare la penso diversamente......lo ammetto ma senza polemica... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A istinto io direi, a chi non allatta per scelta: "noooo tu che puoi...scambiamoci di posto!!!!!!" :).
      Ma poi ci penso un attimo e penso che ci saranno dei motivi, per quella decisione. Che a me potranno sembrare più o meno validi...ma sono validi per chi ha preso la decisione.
      Ripenso a chi mi ha criticata tanto per aver scelto di fare l'epidurale perchè il parto è una cosa naturale e così via...ma era una decisione mia ed ero io che dovevo partorire. :)

      Elimina
  6. io ho allattato per una sola settimana. Non ce la facevo. Non ce la facevo fisicamente ed emotivamente. Ho rinunciato subito
    Eppure ho un rapporto strettissimo con mia figlia, che ora ha 9 anni.
    hai ragione al 100%, ci tenevo a dirtelo.
    La cosa più importante per un neonato non è il latte materno, ma è stare con una mamma felice.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che il mio post abbia trovato riscontri di altre donne che possono confermare questo dato, semplice ma sottovalutato...che la serenità della mamma è fondamentale per il figlio/la figlia!

      Elimina
  7. Io avrei tanto voluto allattare ma non ci sono riuscita. Lui, data la prematurità e il bassissimo peso faceva proprio mooolta fatica fisica ad attaccarsi ed avrà ciucciato due volte...
    Mi sono tirata il latte costantemente per i primi due mesi dalla sua nascita poi, dato che non era comunque sufficiente e diciamo che l'aggiunta era il LM e non viceversa, in accordo con pediatra, ginecologo e neonatologa, ho deciso che "era più la fatica del gusto"... Avrei voluto tanto allattarlo al seno ma era diventato uno stress e alla fine un po' di latte mio (anticorpi etc) lo aveva preso fin dalla nascita, quindi ho messo da parte i sensi di colpa (che se ci penso però riaffiorano) e ho dato solo LA: è arrivato allo svezzamento sanissimo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco...lasciamo stare il tiralatte, che io le ragadi non le ho mai avute se non quando ho tentato di usare sto malefico tiralatte.
      Ora il LM lo prende Topo ciucciando, quello che c'è...e poi via di LA, nel mio cso il tiralatte è stato veramente satanico!
      E come dici tu....tuo figlio ora è in svezzamento o svezzato...e sta bene!!!!!!

      Elimina