mercoledì 9 marzo 2016

Uno, due, tre(no). Il nostro primo viaggio in treno

L'estate scorsa io e Topo abbiamo sfrecciato (alla folle velocità di 50-60 km orari) verso il mare sulla mia automobilina, con un Topo 4 mesenne circa che dormicchiava nell'ovetto e io che guidavo ansiosissima di ogni suo vagito.
Quello è stato il nostro primo "viaggione" da soli...da allora in macchina io e lui siamo andati nei posti più vari.
Poi si è unito a noi anche il Filosofo, con grande gioia di tutti.
Ed eccoci a una nuova sfida: il viaggio in treno.
Da bimba io adoravo il treno, e anche da ragazza. Ora mi piacerebbe pure, se non costasse come un mutuo...va beh.
Piacerà anche a Topo? Chissà.
Saranno un paio d'ore di eurostar, così, tanto per partire col botto.
D'altra parte, per raggiungere Roma (caput mundi), e soprattuto per raggiungere un luogo che pare sia moooolto vicino alla stazione, ci è sembrato un po' più sensato muoverci col treno, rispetto alla macchina.
Quando mi hanno chiamata per dirmi che ho vinto un concorso più o meno letterario a cui ho partecipato mesi fa, ho fatto i salti di gioia.
Poi mi hanno ricordato che la premiazione è tassativamente in presenza, a Roma, e che è serale.
E lì sono cominciati i dubbi.
Come facciamo? Vado sola? Andiamo tutti? Dormiamo lì? E dove? E Topo?
tutto ciò è durato poco, perchè mai privare Topo del suo primo viaggio in treno, e me della compagnia sua e del Filosofo?
Si va tutti e via.
Ora bisogna solo organizzarsi.
Considerando che stiamo fuori una notte, per me e per il Filosofo basta un cambio di bianceria (più una maglia extra per me, che magari alla premiazione ci vado senza rigurgiti e bave, via!).
Ma ...per il Topo...aiuto.
Io che sono un'adepta del bagaglio a mano sempre e comunque, resto sempre un po' perplessa quando scopro QUANTA ROBA serve per un bambino.

Sto cominciando a farmi l'elenco. Che magari sfoltirò, ma intanto partiamo con l'abbondanza:

BORSA DEL CAMBIO:
- pannolini
- cremine sedere e latte lavante (ah, i meravigliosi campioncini Weleda)
-  salviette
- fasciatoio da viaggio
- body e maglia di ricambio
- tutina per dormire
- montagne di bavaglini
- scarpe

INTRATTENIMENTO SUL TRENO
- alcuni cubi impilabili per fare le torri
- librini
- cellulare mio con l'applicazione del gufo boo

CIBO
- due mezzi litri di latte a lunga conservazione
- biberon
- fruttini
- mela
- coltello
- pane
- cucchiaino
 - acqua

In serata alla premiazione mi hanno detto che ci sarà un piccolo buffet, e quindi per la cena siamo a posto, e per la colazione il giorno dopo confido nell'albergo.
Certamente il fatto che Topo non abbia più bisogno di cibi "personalizzati" alleggerisce la faccenda...ma resta il fatto che il suo bagaglio è comunque bello abbondante!!!

Chissà...spero che durante il viaggio si faccia almeno un pisolino, anche se metto in conto che ci aspetta, molto probabilmente, una notte un po' sfasata!




16 commenti:

  1. No. Aspe. Dove? Come? Quando? E' aperta al pubblico? Se si, io volere passare. Suvvia! Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ordunque...non lo soooo! Però se trovo la tua mail (ma hai chiuso il blog?) ti scrivo per vedere se tu ci capisci più di me!!!!

      Elimina
    2. Ooooohhh si! Scrivimi a silviabuffona@gmail.com se vuoi! Blog momentaneamente chiuso in attesa di mutare!

      Elimina
    3. fatto!!! Non ho grandi informazioni in realtà :)

      Elimina
  2. bravaaaaaaaaaaaaa anche con l'organizzazione!!! ;-) io vado ancora in crisi se devo uscire per più di mezza giornata...ma è un mio limite imbecille... bacino

    RispondiElimina
  3. dimenticavo...in realtà ho fatto Terni-Rioma e Roma-torino con damy che aveva 1 anno e poco più...è andata benissimo ;-)il treno gli era piaciuto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che cavolo, Roma - Torino è un viaggione, altro che giretti di mezza giornata :)))

      Elimina
  4. Io mi ero portata dietro lo scaldabiberon e latte per ogni evenienza...Alla fine basta un bar e il biberon e biscotti dietro e il gioco è fatto!
    Io mi faccio sempre mille paranoie poi mi rendo conto che sono solo mie e che lui se sta bene non ci sono problemi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. congratulazioni per il premio!

      Elimina
    2. grazie!

      Io lo scaldabiberon non ce l'ho, sono sempre andata a chiedere ad alberghi e bar :).
      In realtà penso anch'io che andrà meglio di quanto pavento...ma l'ansia è la mia fedele compagna!!!!

      Elimina
    3. Lo scaldabiberon l'ho portato perché nel B&B non c'era l'angolo cottura in previsione di un risveglio in mezzo alla notte del nano per fame!!E' rimasto nella scatola!
      Te com'è andata?

      Elimina
    4. Stancante, ma ce l'abbiamo fatta. Per il latte notturno avevo il latte di mucca dietro, e gliel'ho dato a temperatura ambiente :)

      Elimina
  5. Eccomi qui! Noi viaggiatori in treno dai tre mesi di Cesare, avendo i nonni lontani! Vedrai che andrà benissimo, basta variare un po:prima guardate la partenza, poi giocate un po, poi mela, poi giretto in corridoio, e così passano le due ore! Cesare prima si faceva delle belle dormite in fascia, l'ultima volta era troppo curioso di guardare tutto e non ha dormito mai! !! Ah, complimenti per il premio! !!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh infatti ho previsto qualche spuntino, e soprattutto le scarpe (comprate da poco tra l'altro) per poter scorazzare qua e là!
      io spero che un po' dorma, se no arrivare a sera diventa impossibile!!!

      Elimina
  6. Sono certa che andrà tutto bene!!!
    Facci sapere!

    RispondiElimina
  7. l'incognita maggiore è il sonno...dormirà? Non dormirà e si trasformerà in un diavolo della Tazmania? Chissà....

    RispondiElimina