mercoledì 18 maggio 2016

Un topo a pois (a pois! a pois!) e altre amenità

Giovedì pomeriggio, dopo il pisolino, guardando i piedoloni di Topo ho notato alcuni puntini rossi.
Non essendo rintracciabile la pediatra, attendo un po'.
Verso sera i puntini continuano, salgono sulle gambe e sul sedere.
Chiamo l'educatrice del nido per chiederle se è il caso che il giorno dopo mandi Topo al nido o se è meglio che lo tenga a casa.
Risposta, molto placida: "Guarda, se vedi che non ha febbre o altro, mandalo pure. Abbiamo un paio di bimbi con mani-piedi-bocca, se è quella tanto se la sono già passata tutti".
Ok.
Il giorno dopo il pupo è stabile, più puntinato ma niente febbre.
Asilo, dove va a folleggiare come suo solito.
Intanto chiamo la pediatra, che, come da copione, mi dice che NON lo vede.
Che "tanto è già venerdì, dopo c'è il fine settimana, e quindi andiamo a lunedì e vediamo".
Non mi è chiaro il ragionamento, ma tant'è.
Sabato parte la febbre. Non altissima, ma puntini a manetta, sul tronco e sulle gambe tantissimi, diventano quasi bolle. I piedini sono devastati.
Topo, se distratto in mille modi, resiste, altrimenti tenta di scorticarsi grattandosi furiosamente.
Se non ricordo male, mani piedi bocca dovrebbe limitarsi, sorpresa sorpresa, a mani piedi e bocca.
Tronco e gambe e sedere? Che cavolo c'entrano? Mah.
Comunque sia...visto che andare in PS non ha molto senso (tendono a farti aspettare ore e ore e ore non importa se hai un piccoletto di un anno, visto che i pediatri sono rari come l'araba fenice)...ce ne stiamo quieti ad aspettare.
Ricoprendo topo di Olio Vea per vedere se riesco almeno a calmargli il prurito.
Domenica passa la febbre, sedere e schiena migliorano. I piedi restano una grattugia che prude e prude.
Ed ecco il lunedì, riporto Topo al nido e finalmente richiamo la pediatra. Che, bontà sua, lo vede il pomeriggio.
E mi dice che è ormai guarito...e che dovrebbe essere stata mani-piedi-bocca...
Alla fine mi dà una crema lenitiva per i piedini, e mi dice che essendo in remissione il tutto...in pochi giorni siamo a posto.
E in effetti è quasi a posto. Resta il mistero di che cacchio di malattia sia stata. Comunque sia...ne siamo fuori. Anche dal malefico prurito. Che ha devastato soprattutto le notti di Topo...e mie!!!
Essendo che tutto ciò è cominciato a due settimane dal vaccino, c'è anche chi mi ha detto: "Hai visto?!?!?!? Vedi, a vaccinarlo???".
La mia risposta è stata una risatona.
Non è "colpa" del fatto che a primavera le malattie esantematiche si diffondono come gramigna, non è che stando al nido a sbavazarsi addosso l'un l'altro i bambini si sono passati tra loro (e anche ad alcuni genitori) la malattia...nooooo...è il vaccino brutto e cattivo!
Intanto ci godiamo questa primavera col sole che non brucia ancora troppo.
E ce ne stiamo fuori casa tutto il tempo possibile.
Non per niente, proprio ieri Topo ha fatto il suo primo ruzzolone giù da una collinetta. Si è arrampicato più che poteva...ma a un certo punto la pendenza ha avuto la meglio. Almeno...per questa volta! Ma ho idea che Topo non demorderà facilmente...

6 commenti:

  1. io sapevo che la mani-piedi-bocca prende pure le parti intime... però magari sbaglio, in effetti la mia questa l'ha saltata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà...non sapremo mai che cavolo abbia avuto, mi sa!

      Elimina
  2. Oddio, noi ancora siamo immuni dalle malattie infettive..ma sono sicura che la mia pediatra ci risponderebbe come la tua...non si ammazza di lavoro nemmeno lei...A parte questo..Cesare sabato ha fatto i suoi primi passi da solo.....sò momenti.

    RispondiElimina
  3. Urca...mi dispiace per Topo.....
    Io per fortuna ho un super pediatra...ma è anche un amico per cui lo "disturbo" anche in giorni non lavorativi senza problemi (non per cavolate ovvio..)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dev'essere bello, avere un pediatra disponibile!!!! :)

      Elimina